Da una passione possono nascere ottimi progetti, come nel caso del “Team Storm“, software house che ha prodotto Storm VR.
Nato appunto da una passione per lo sviluppo da parte di alcuni amici, che nel tempo libero lavorano al progetto “Storm VR“, successivamente lanciato (con ottimo successo) su HTC Vive.

Storm VR: primo episodio disponibile anche per Rift
Tanto è stato buono il riscontro da parte dell’utenza, che il Team Storm è tornato al lavoro sul titolo, adesso compatibile con Oculus Rift (annunciata in giornata) con pieno supporto ai controller Oculus Touch, appena saranno disponibili – 6 Dicembre -; oltre alla correzione di alcuni bug e miglioramenti alla sequenza introduttiva.

Il gioco ha un forte impatto visivo, grazie anche all’Unreal Engine, motore grafico adottato dal team, che riesce a rendere in pieno la complicatezza, la forza dirompente e disordinata di una tempesta, insieme ad un comparto audio di primissimo livello; Storm VR, sviluppato anche in collaborazione con UNIT9, può essere catalogato come un gioco d’avventura, farcito di interessanti fasi puzzle, che comunque non ne rallentano mai eccessivamente il ritmo.

Scaricabile tramite gli store di Oculus e HTC Vive, al prezzo di 2,99 Euro, Storm VR è il primo di cinque episodi, che andranno poi successivamente a formare il gioco completo, dove appunto questo primo episodio ha la funzione di un lungo prologo che ci introdurrà all’ambiente e alle meccaniche di gioco; il secondo episodio, già in fase avanzata di sviluppo, sarà intitolato “Desert“, e sarà a disposizione sul mercato entro breve tempo.

 

Storm VR: primo episodio disponibile anche per Rift

Anrick Bregman, uno degli sviluppatori del titolo afferma che il Team ha preso ispirazione dalla realtà brutale delle tempeste, e dalla loro bellezza in contrapposizione, dove il corpo umano è spinto al limite delle proprie capicità quando ci si trova coinvolto, per la sopravvivenza…questa è stata l’idea di fondo.

Seguiremo lo sviluppo di Storm VR, e vi aggiorneremo non appena avremo informazioni più dettagliate sul secondo capitolo “Desert”, continuate pertanto a seguirci!