DJH è uno studio che ha sviluppato un’interessantissima applicazione da poco uscita per Samsung Gear VR intitolata “Starry“.
Starry è fondamentalmente un puzzle-game, ma chiamarlo cosi sarebbe forse un po’ riduttivo, poiché si tratta di una vera e propria esperienza artistica, unica nel suo genere all’interno del mondo della VR e non solo.
Avviata l’esperienza infatti saremo subito immersi in uno spazio pacifico indefinito, come sospesi nel cielo circondati da vari tipi di tessere di puzzle (cui interagiremo attraverso delle “mani virtuali” – gamepad non necessario -), e soltanto alcune di esse, se correttamente abbinate formeranno alcuni tra i più celebri dipinti di Vincent Van Gogh.
A proposito di questo gameplay innovativo, e volutamente un po’ confusionario, gli sviluppatori tengono a precisare che presentere pezzi di puzzle di diversi tipi di dipinti di Van Gogh aiuteranno il giocatore ad immergersi maggiormente nello spirito artistico del celebre pittore.

Starry: un puzzle unico per GEAR VR
I DJH a presentazione del titolo hanno inoltre aggiunto:” Questo gioco non appartiene realmente a nessun genere, il nostro intento è quello di fornire all’utente un’esperienza dove potersi anche fermare a riflettere, rilassarsi e godersi il momento. Anche per questo motivo abbiamo lavorato duramente per far si che, visore indosso, l’esperienza fosse il più confortevole possibile, non creando alcun problema di motion sickness o simili anche con un uso prolungato dell’applicazione.“.

Al momento Starry è disponibile unicamente per Samsung Gear VR sull’Oculus Store al prezzo di 2,99, ma non è esclusa una futura conversione per altri visori VR, per tanto continuate a seguirci, vi aggiorneremo in caso di ulteriori notizie!

 

Starry: un puzzle unico per GEAR VR