Sarà possibile seguire l’NBA in VR!

La Realtà Virtuale sembra essere sempre più un medium perfetto per il mondo dello sport. Abbiamo visto già diverse dimostrazioni di come, attraverso la VR, lo sport riesca a raggiungere vette d’immersività mai viste, con una visione del tutto nuova degl’eventi che, oltre ad emozionare maggiormente, riescono talvolta ad essere coSarà possibile seguire l'NBA in VR!mpresi di più nella loro estremità, come nel caso del circus della Formula 1, che diede sfoggio della sua potenza in VR lo scorso marzo.

E così anche l‘NBA, campionato di basket per eccellenza statunitense, si approccia a questa nuova tecnologia per trasmettere i propri contenuti; durante la stagione scorsa vennero trasmesse alcune partite  – 13 un tutto, la prima fu Warriors-Pelicans – in VR, più che altro per prendere le “misure”, sistemare l’applicazione secondo i vari feedback ricevuti per offrire il servizio che avrebbero presentato a pieno regime in questa stagione.

Perciò l’NBA quest’anno sarà il primo sport al mondo ad offrire regolarmente contenuti VR: una partita a settimana, visibile su tutti i principali visori VR (Oculus Rift, HTCVive, GearVR, Cardboard etc.); basterà scaricare l’applicazione NBA ufficiale dagli store, acquistare il league pass LINK – pacchetto comprendente l’intera stagione 2016/17 – e il gioco è fatto; si parte da stanotte con San Antonio Spurs-Sacramento Kings.

L’applicazione offrirà un campo visivo di 180 gradi, di modo da poter seguire le azioni come fossimo seduti nel palazzetto, semplicemente spostando la testa, oltre a statistiche e vari istant replay forniti durante il match, da angolazioni particolari per rendere ancor più appetibile l’esperienza; inoltre durante le tante (e lunghe) pause che un match NBA “offre”, lo spettatore non dovrà mai sorbirsi inifiti spot pubblicitari (come con la tv via cavo, americana e non), ma potrà godere di esclusivi montaggi

Sarà possibile seguire l'NBA in VR!

dietro le quinte, video, interviste che non sarà possibile vedere altrove.

L’idea, secondo i vertici della lega statunitense, è quella di dare la possibilità a tutti di vivere una partita del campionato di basket come fossero seduti in prima fila, sapendo che nonostante sia uno degli sport più famosi del mondo – seguito da più di 200 paesi -, in realtà molti pochi avranno mai modo di assistere ad un match dal vivo.

Aggiungiamo poi che i contenuti che il League Pass offre, anche extra VR, sono veramente tanti, pertanto se siete fan accaniti di questo sport, e oltretutto possedete un visore VR,  la spesa non vi peserà minimamente.

L’applicazione sarà continuamente supportata e subirà sicuramente miglioramenti e implementazioni nel corso del tempo, pericò continuate a seguirci per aggiornamenti e news!