Sono state giornate ricche d’annunci e presentazioni, ma il device che forse ha incuriosito più di tutti gl’appassionati di VR è stato il visore Santa Cruz, prototipo di Oculus VR.

 

Santa Cruz: visore wireless di Oculus VR.
Mostrato brevemente sul palco dell’Oculus Conn3ct, Santa Cruz ha immediatamente colpito tutti i presenti, perché? Per un semplice motivo: il device era in grado di tracciare i movimenti dell’utente – direzione, altezza, inclinazione – il tutto senza l’ausilio di cavi.
Santa Cruz è infatti in grado, grazie a un piccolo dispositivo posto sulla nuca, di calcolare e gestire sensori e processare queste informazioni, in totale autonomia, senza quindi l’ausilio di un computer, uno smartphone o una console, rendendo così a tutti gl’effetti Santa Cruz, il primo visore VR ad unire la comodità wireless dei visori mobile VR (come Cardboard e Gear VR) alla completezza d’esperienza dei visori PC/console – come Oculus Rift, HTC Vive e Playstation VR -.

Nel dettaglio, il prototipo mostrato, era così formato: scocca frontale, con display – di cui ancora non si conoscono le caratteristiche – e dei sensori posti su di esso, adibiti al tracking dei movimenti (posizione, spostamenti etc.); scocca collegata con due piccole assi (come aste degl’occhiali) ed unal piccolo cavo che passa sopra alla testa, collegato al dispositivo  (una sorta di “microcomputer”) posizionato sulla nuca ed intervallato, ad altezza orecchie, da due cuffie surround VR integrate – stile Oculus Rift -.

 

Santa Cruz: visore wireless di Oculus VR.
Per riprendere le parole di Mark Zuckerberg, che ha brevemente mostrato il prototipo, Santa Cruz è solo agl’inizi, e nessun prodotto/software è ancora stato realizzato – demo dimostrativa a parte – ma già quello che abbiamo potuto vedere è interessante, e da qui la strada è solo in discesa per il prossimo grande passo della Realtà Virtuale: la comodità unità alla profondità d’esperienza.

Restate con noi per news, informazioni e aggiornamenti sul prototipo Santa Cruz, che potete apprezzare nel video qui in basso.