Oculus VR ha sempre creduto nella realtà virtuale a 360 gradi, non limitandosi mai su determinati contenuti come i videogiochi. Spesso Palmer Luckey ha dichiarato che Oculus Rift dovrà essere un’esperienza immersiva che passa dai video a 360 gradi, ai film in VR, a similuzioni fino al social VR; questo per la ferma convinzione, sua e dell‘Oculus Team, che Oculus Rift dovrà essere una rivoluzione. In questa direzione si sta muovendo Oculus Story Studio, team interno di Oculus VR teso a creare film, video e contenuti 360 gradi VR. Infatti sul blog ufficiale di “Oculus.com” , Oculus Story Studio ha annunciato che al Sundance Film Festival presenterà diversi film VR destinati ad Oculus Rift lungo tutto il corso del 2016; film accompagnati da nuovi contenuti in computer grafica “live-action”  oltre a “Dear Angelica“, prodotto che Story Studio promette sarà una novità assoluta.

In “Dear Angelica” infatti impersoneremo una ragazza che scava nei suoi ricordi, nelle storie che le venivano raccontate da bambina. Ricordi: quello sarà il mondo dove verremo immersi, in scenari realizzati completamente attraverso render in “real-time” permettendoci così di interagire liberamente con essi, creado inquadrature, scene e personaggi con lo spostamento della visuale. Non solo, per “Dear Angelica” è stato creato anche un apposito strumento chiamato “Quill” che ci permetterà di trasformare e disegnare intere scene attraverso l’implementazione della periferica di controllo Oculus touch, rendendo l’esperienza personale e differente da utente a utente.

È quindi chiaro che l’Oculus Team non punti solo all’innovazione ma anche a mettere la community di utenti al centro dei propri progetti, anche per questo non vediamo l’ora di provare direttamente questi nuovi contenuti VR!