Varjo Technologies, è una startup di Helsinki ormai passata alla ribalta per il suo visore che promette di replicare fedelmente la risoluzione dell’occhio umano. Varjo ha annunciato oggi di aver chiuso un primo round di finanziamenti, raccogliendo $ 8.2M destinati a sostenere il lancio dei propri device VR / AR / XR.

Il round di finanziamenti è stato guidato dal fondo europeo EQT Ventures Fund, e è stato poi seguito da Lifeline Ventures Fund III, dal The Venture Reality Fund, dall’investitore privato John Lindfors, da Foobar Technologies, Presence Capital Fund I, Bragiel Bros I, e da Sisu Game Ventures.

Varjo sostiene che inizierà a spedire i suoi device VR / AR / XR alla fine del Q4 2017.

“Varjo è in rapida crescita, da startup è ormai prossima a divenire un fornitore globale best-in-class di prodotti VR / AR”, ha detto Urho Konttori, CEO e fondatore di Varjo Technologies. “Ora stiamo chiudendo la fare di ricerca e stiamo passando allo sviluppo vero e proprio e sono contento di essere prossimo al raggiungimento di questo obiettivo, in collaborazione con EQT Ventures. Con EQT Ventures, non solo abbiamo un VC, ma un vero partner per la nostra crescita “.

In Varjo chiamano il loro prototipo “20 | 20” e sostengono che è che si tratta di un device progettato per gli utenti professionali, capace di una risoluzione più di 70 volte maggiore di qualsiasi altro head-mounted display, sia di quelli attualmente in vendita che di quelli soltanto annunciati.

Nell’immagine sottostante la stessa scena vista con device Varjo (sopra) e con Oculus Rift CV1 (sotto)