Come in precedenza successo anche con Oculus Rift, anche HTC Vive ha riscontrato alcuni problemi di distribuzione per gl’ordini ricevuti. Pare infatti che in alcuni paesi i visori VR ordinati non siano ancora stati consegnati, con una conseguente cancellazione di alcuni ordini da parte degl’utenti, che si sono anche lamentati del servizio clienti HTC e del silenzio in merito sulla questione da parte della compagnia; particolari problemi sono stati riscontrati soprattutto in Europa.
HTC è adesso intervenuta sulla questione, tentando di chiarire tutti i dubbi ed assicurando che comunque tutti gl’ordini destinati alla consegna ad Aprile saranno consegnati entro la fine del mese.

 

HTC Vive: ritardi su spedizioni
HTC raggiunta da una noto sito britannico ha spiegato “molti dei visori Vive sono stati consegnati come da programma a partire dal 5 Aprile, purtroppo però in determinati paesi abbiamo riscontrato alcuni problemi e ritardi, che però non derivano da noi ma dalle aziende di terze parti che si occupano delle consegne; possiamo comunque confermare che entro la fine del mese tutti i device saranno consegnati come promesso.” La compagnia produttrice del Vive ha poi aggiunto “Stiamo spedendo i dispositivi da diversi depositi sparsi per il mondo, non da uno solo, questo anche spiega alcuni ritardi per alcuni utenti situati in determinate zone. in ogni caso avremmo dovuto essere più chiari sulla questione sin dall’inizio e ce ne scusiamo.”

HTC ha così rotto il silenzio dopo questi primi giorni, non privi di complicazioni, di spedizioni di HTC Vive (visore per la Realtà Virtuale prodotto in collaborazione con Valve); comunicazione comunque abbastanza importante visto che la compagnia ha tenuto a precisare che nonostante i ritardi le spedizioni previste per il mese d’Aprile saranno tutte rispettate.

Staremo a vedere se salteranno fuori altri piccoli problemi sulle spedizioni, vi terremo in ogni caso aggiornati sulla questione!