Windows 10 (https://www.microsoft.com/it-it/windows/features) sembra promettere la totale convergenza dei dispositivi Microsoft: la casa di Redmond inventa le Universal App.
Cosa sono le Universal App? Quali vantaggi e possibilità vanno ad implementare ai visori di realtà aumentata Hololens?

Hololens quadr

Vera e propria manna dal cielo per gli sviluppatori, le Universal App consentono di utilizzare i programmi scritti per Windows 10 in qualsiasi device porti questo sistema operativo. Spieghiamoci meglio: una qualsiasi applicazione scritta per Windows Phone con l’ultima versione del sistema operativo funzionerà tale e quale (adattata ovviamente allo schermo) anche su computer, tablet e console utilizzanti l’ultima versione di windows senza che i developer debbano scrivere un codice per ogni dispositivo. Ovviamente queste funzionalità si estendono anche ai visori Hololens della casa di Redmond, promettendo di portare al limite le possibilità dei sistemi operativi rendendo Windows la piattaforma più completa e convergente mai esistita.
Ma non finisce qui. Microsoft ha quindi stipulato diversi accordi con diverse aziende per collaborare nello sviluppo di applicazioni ad esclusivo utilizzo di Hololens. Alcuni dei nomi sono Walt Disney, Netflix, Evernote, Box Inc., Autodesk e la Dassault.

Hololens unity rett

La collaborazione più interessante per quanto ci riguarda è invece quella con Unity (http://unity3d.com) , famoso motore grafico e fisico per lo sviluppo di videogiochi, accordo che fa sognare i videogiocatori di tutto il mondo.
Ma Hololens non sembra rivolgersi solo all’intrattenimento, mettendo le basi per la creazione di applicazioni in grado di analizzare i sistemi nervoso, muscolare e scheletrico senza dover ricorrere al vero corpo umano.

Possiamo quindi concludere che se Microsoft riuscirà a superare alcuni problemi tecnici come quelli del FOV (Field of view: campo visivo) potrebbe avere grandi possibilità di cambiare il nostro modo di vivere la tecnologia.
Nell’attesa vi indirizzo a un video in cui la presentazione del visore avviene in tempo reale e non attraverso un video concettuale.

Buona visione!