Oggi in California (Mountain View ndr) si teneva l’annuale meeting di Google, la “Google I/O 2016 Conference“.

E’ stata di fatto una conferenza molto importante visto che hanno trovato sbocco i numerosi rumors dei mesi passati secondo cui Google stesse lavorando ad un nuovo visore mobile , di altà qualità, per la Realtà Virtuale successore del primo modello il “cardboard“.
Questo nuovo visore VR, annunciato ufficialmente durante la conferenza,  avrà un corpo macchina completamente in plastica, abbandonando il cartone che caratterizzava il precedente Cardboard, che monterà due lenti di alta qualità, con la possibilità di spostamento per un’ottimale visione.
Con queste caratteristiche il visore VR di Google sfida cosi apertamente il Gear VR di Samsung e Oculus VR, contando anche sulla versatilità del visore, che potrà contare su un numero decisamente maggiore di Smartphone compatibili; non saranno necessari, secondo la compagnia californiana, specifici brand di smartphone, saranno necessarie soltanto alcune specifiche tecniche “raccomandate” che già diverse tipologie di telefoni hanno. Il visore uscirà inoltre con in dotazione un piccolo controller, dalle dimensioni più o meno di un telecomando per macchina, che avrà pochi pulsanti ma sarà dotato di un sensore d’orientamento (in stile controller WII di Nintendo) estremamente preciso. Il visore, di cui non si conosce ancora il nome è atteso in autunno di quest’anno, data ancora da definirsi.

 

Annunciato "DayDream" nuovo visore VR di Google

Google annuncia DayDream e nuovo visore VR

 

Ma non solo, durante la conferenza, oltre al visore è stata presentata la nuova piattaforma di Google per la Realtà Virtuale che si chiamerà “DayDream“. Come sistema operativo la piattaforma è stata sviluppata per lavorare con Android N pensato proprio per la VR, con prestazioni e molte applicazioni ottimizzate in tal senso. DayDream richiederà “soltanto” dei requisiti di sistema piuttosto alti in termini di performance, lag del display e quant’altro, ma stando a quanto riportato già diversi smartphone top gamma sono “DayDream Ready“, nome dato da Google a certificazione dei dispositivi compatibili, che pare tra l’altro abbia messo già in moto diverse compagnie come Huawei, Samsung, LG, HTC e Xiaomio a lavorare per la produzione di smartphone con tale certificazione.

Giornata di annunci importanti per Google, e noi stiamo continuando a seguire l’evento, perciò rimanete con noi per aggiornamenti e news!